Points of view

#REACTIVE – Scegliere la strada per una vita proattiva

12.04.2018 | By Mr Whisper

Ci sono molte ragioni per cui la mia vita è quella che è. Ho preso molte decisioni, e ho passato innumerevoli notti insonni per raggiungere gli obiettivi che mi sono posta molto presto nella mia vita e durante la mia carriera. Direi che posso definirmi una persona molto proattiva, invece che una persona reattiva.

Se siete persone proattive, fate in modo che le cose accadano, invece di aspettare che vi accadano. Siete pronti quando succede qualcosa, invece di essere reattivi o aspettare che le cose vi si presentino davanti e agire in risposta a una situazione invece di crearla o controllarla. E io ho decisamente scelto di creare e controllare la mia vita in modo proattivo.

Essere reattivi o proattivi nella vita fa davvero la differenza. Essere proattiva nella mia vita mi ha dato molte possibilità, sia trasferendomi in paesi diversi, o forzandomi a uscire quando non conoscevo nessuno, cosa che mi ha portata a conoscere molte persone nuove e alcuni dei miei più cari amici. Non avrei mai conosciuto le mie migliori amiche Maria e Malin mentre tutte e tre vivevamo a Tenerife nello stesso periodo se non fosse stato per il mio atteggiamento proattivo e per il mio desiderio di espormi al mondo. L’approccio reattivo è esattamente l’opposto e porta a vivere all’interno della classica scatola chiusa.

È proprio la mentalità proattiva che mi ha spinto a perseguire sia la mia carriera di pilota, il mio sogno di vivere all’estero, ma anche la mia carriera di influencer digitale e content creator. Questa proattività mi ha aperto tantissime porte, letteralmente. A un certo punto per Maria, Malin e me si sono aperte le porte a 13.000 piedi in quota e abbiamo volato col paracadute sulla campagna francese a Digione, con vista sui suoi vigneti, e un attimo dopo siamo saltate su un jet da caccia volando in alto insieme nel cielo blu. Quella giornata non sarebbe stata vissuta da una versione di me con un approccio reattivo alla vita.

Quindi, a tutte le persone che mi chiedono come diventare un pilota (come nel mio caso) o mi chiedono consigli di vita in generale, la mia raccomandazione numero uno sarebbe quella tenersi alla larga dalla reattività, perché le grandi cose nella vita arrivano se si ha una mentalità proattiva.

Ieri, oggi e domani!