Points of view

#REACTIVE – Galateo in città

12.04.2018 | By Mr Whisper

Crescendo a Londra si diventa istintivamente reattivi al ritmo veloce con cui la città si muove intorno a noi. Di pari passo, bisogna imparare a controllare le emozioni e reazioni nei vari scenari che la vita della città inevitabilmente ci getta addosso. Dal traffico, che è noto scateni la rabbia da strada, all’ora di punta frustrante per i pendolari, che io conosco benissimo, durante cui la gente sembra dimenticarsi delle buone maniere.

Il che mi ricorda un recente incontro che ho avuto in metropolitana. Io sono un pendolare metropolitano molto esperto e normalmente posso gestire la maggior parte delle situazioni con la reazione corretta e rispettosa, tuttavia in questa occasione sono stato rimasto completamente senza parole.

Ho preso la metro a Earls Court e mi sono diretto verso un posto vuoto, che era bloccato dalla valigia di un signore anziano (nella foto). Quindi all’inizio mi sono fermato vicino al bagaglio guardandolo, che è la regola non scritta per chiedergli di togliere il suo bagaglio di fronte al posto vuoto. Il vecchio indossava occhiali da sole ma non c’era traccia di un bastone bianco, che di solito indica che la persona è cieca, ma ho controllato per bene prima di parlare.

Il vecchio continuava a ignorarmi, così gli ho chiesto di spostare gentilmente la sua borsa di fronte al sedile, ma mi ha ignorato di nuovo, così ho parlato un po’ più forte, cosa che ha attirato l’attenzione degli altri passeggeri che stavano aspettando che la metro partisse per fermata successiva. Poi il signore anziano si è voltato verso di me e mi ha sussurrato: “Se aspetti fino alla prossima fermata puoi avere due posti tutti per te”. Questo commento mi ha completamente scioccato, non sapevo come rispondere se non scattando una foto e lamentandomi sui social media, molto infantile da parte mia. Ovviamente poco dopo mi sono venute in mente le risposte migliori che avrei potuto dargli, ma era troppo tardi. Questo è un primo esempio di come tristemente tutti sembrano dimenticare le loro buone maniere quando sono in metropolitana e reagiscono in modo completamente diverso rispetto a come farebbero in altri contesti della vita quotidiana.

Un altro tipico esempio vissuto nella frenesia della città, che inavvertitamente affina inostri tempi di reazione, è quando i ciclisti attraversano sfacciatamente al semaforo rosso. Quando pensi che è finalmente sicuro attraversare la strada, un ciclista arriva dal nulla, come nell’esempio qui sotto, che ha avuto luogo nella zona estremamente trafficata di Piccadilly Circus.

Il mio ultimo esempio è avvenuto su un autobus, ed è un incontro che mi fa ancora sorridere.

Ogni volta che sarò in prossimità di persone e voglio fare foto, metterò la mia macchina fotografica in modalità silenziosa per non disturbare la mia immagine e catturare il momento nel suo stato più limpido. Così, ero sul bus e ho voluto fotografare il simpatico cane, mentre tutti gli altri si facevano i fatti loro, il cane con il suo udito sviluppato è stato l’unico a notarmi e a reagire alla mia macchina fotografica. Poi ho appreso che l’udito dei cani è quattro volte migliore di quello di noi umani, quindi non sorprende che il cane mi abbia beccato, e sono contento che non possa dirlo a nessuno.