Useful codes

Maggio, il mese delle rose in cui molte donne diventano spose

16.05.2018

Nonostante il proverbio siculo “la sposa maiulina nun si godi la cuttunina*”, Maggio sembra essere, per questioni meteo e non solo, il mese perfetto per diventare spose

* “la sposa di maggio non si gode la trapunta”

BIANCO&NERO

La sposa in biancoenero, divina nel suo candore, immacolata nel suo splendore;
il bouquet discreto ma importante, l’abito che dopo molte prove si indossa alla perfezione,
e il lungo velo che si lascia cadere in una delicata cascata di aspettative.
La chiesa attende. Lo sposo anche. È il giorno più bello.

KM ZERO

Siamo fra “La veduta di Delft” di Johannes Vermeer e “American Gothic” di Grant Wood. La natura la fa da padrona in questa cerimonia nuziale. Un prato-prateria, senza steccati o limiti, senza recinzioni né confini. Erba e terra a vista d’occhio, sino all’orizzonte. Il cielo è degno del miglior quadro fiammingo. La chiesetta con le luci alle finestre è inquietante.

UNDERGROUND

La sposa è impazzita, oppure ha bevuto, cantava De Gregori. La sposa sembra essersi persa,
in questa foto, oppure sembra essere in fuga da qualcosa. Si tratta di un servizio fotografico relativo a un matrimonio “underground”. E quel treno in arrivo sui binari sembra portare con sé parecchie novità. Matrimonio thriller, misterioso, alla Stephen King.

POTERE

Le cose si chiariscono subito. Dal principio. Dal giorno stesso del matrimonio.
Nel matrimonio c’è solo uno dei due che comanda e comanderà: la foto lo dice chiaramente.
Per chi non fosse d’accordo con questa regola ben precisa (che permette ai matrimoni di funzionare da tempo immemore), esiste la piena libertà di esplorare altre soluzioni.
Pionieri cercansi.