Style

In Francia la passerella è palco di stile per gli show delle Cruise Collection 19

12.06.2018

Chiamatele cruise o resort, queste collezioni inter-stagionali lanciate dalle maggiori case di moda  per stuzzicare le personalità ricche e glamour del jet set, scendono a patti con scelte di stile determinate da una vita passata a girare il mondo, fuggendo sotto il sole caldo di Saint Tropez quando a New York fa ancora freschino. Per noi e voi significa solo che abbiamo un sacco di lavoro extra da fare per tenerci al passo con gli ultimi trend perché Gucci, Dior, Chanel e tutti gli altri re della moda si sono messi d’impegno per creare show meravigliosi.

Non stiamo parlando di sfilate in stile Big 4, queste sono performance artistiche uniche nel loro genere. Dal fuoco ai cavalli, l’effetto meraviglia è garantito: ma non fatevi ingannare, dobbiamo anche guardarle dal punto di vista dello stile.

Un post condiviso da Dior Official (@dior) in data:

Maria Grazia Chiuri ha scelto un simbolismo speciale per la Dior Cruise 19 Collection: non ha optato per modelle che sfilano in gonne lunghe e voluminose, ha optato per qualcosa di vero. Le protagoniste dello show a Chantilly erano escaramuzas: amazzoni messicane che hanno davvero attraversato l’oceano per sfilare in sella a cavalli bianchi.

 

“Tutta la collezione ha la forma dell’escaramuza con vita stretta e cinture – è una sorta di corsetto”, ha spiegato il Direttore Artistico.

Come ci si può facilmente aspettare queste amazzoni hanno ispirato il Direttore Artistico di Dior per la creazione di quei meravigliosi cappelli da cowboy che hanno sfoggiato durante la loro spettacolare performance di dressage. Questi esemplari di vera e propria maestria hanno preso vita dalle mani del cappellaio britannico Stephen Jones.

Un post condiviso da Dior Official (@dior) in data:

Un post condiviso da Dior Official (@dior) in data:

Ma l’elemento davvero sorprendente dal punto di vista dello stile è stata la combinazione di pizzo e anfibi, ad aggiungere un tocco contemporaneo a un tessuto così romantico.

Nicolas Ghesquiere, il direttore creativo di Louis Vuitton, ha usato la Fondation Maeght a Saint-Paul de Vence, Francia, come ufficio per la presentazione della Cruise Collection 19: cappelli da cowboy enormi scelti come quintessenza della collezione ‘da viaggio’ – abbigliamento da crociera o da resort – ma in nome dell’originalità.

Rinnovando la sua collaborazione con la casa – Ghesquiere ha presentato la sua collezione a un pubblico principalmente costituito dai suoi clienti, che siamo sicuri verranno avvistati nei prossimi mesi con indosso quei cappelli chic – c’è solo questa parola per descriverli – aggiungendo una nota da ‘viaggio’ ad outfit multi-strato, in cui tessuti diversi e paillettes troveranno il loro giusto equilibrio.  .

Alessandro Michele ha rinnovato il suo interesse per un estro artistico oscuro, opulento ma non osceno: molto ha a che fare con la location che ha scelto per far sfilare le sue creazioni, la necropoli di romana di Alyscamps, sito patrimonio mondiale dell’UNESCO ad Arles, Francia, che lui ha letteralmente dato alle fiamme. Se riuscite, non fatevi distrarre dalle fiamme che illuminano questo luogo incatevole, guardate come Michele ha abbinato i sandali del papà a qualcosa di ancora più audace. Ha cucito il messaggio ‘Memento Mori’ (Ricordati che devi morire) su un pantalone da uomo, il che vuol dire che dovrete davvero stare attenti a non farvi catturare dallla versione firmata Gucci del tanto osannato ‘sottosopra’ [Stranger Things].

Un post condiviso da Gucci (@gucci) in data:

Un post condiviso da Gucci (@gucci) in data:

C’è un altro genere di moda e bellezza, che è complesso, è un’anarchia estetica a cui tutti appartengono

Ha dichiarato Alessandro Michele sull’Instagram di Gucci

Quelle pettinature ci ricordano l’Impero Romano, epoca nella quale veniamo subito catapultati guardando quelle collane enormi, gioielli di sabbia strettamente legati alla sfera militare. Enormi è una parola adatta anche per la Cruise collection di Gucci per gli occhiali da sole, le cui dimensioni strizzano l’occhio a maschere dotate anche di mantelli e ricami intricati.

Ricordando lo ‘spirito di lunghi viaggi in riva al mare’, Chanel ha presentato la sua 19 Cruise collection al Grand Palais di Parigi. Karl Lagerfeld ci ha messo davvero tutto lo spirito dello stile anni ’80 di Chanel. Bella Hadid ha sfilato con un look con giacca cropped.

Un post condiviso da YOLANDA (@yolanda.hadid) in data: