Points of view

#EVOLUTION – Pensi di conoscere Londra, ma sai cos’è un Routemaster Bus originale?

07.03.2018 | By Mr Whisper

Era un pomeriggio autunnale frizzante nel centro di Londra, e avevo un compito molto specifico. Una cosa che volevo fare da un po’, ma non avevo ancora trovato il tempo per farla. Tuttavia, dato che dovevo catturare e descrivere la mia versione di ‘evoluzione’, ho pensato che questa fosse l’occasione perfetta per dare la caccia e fotografare un Routemaster bus originale.

I already have a personal passion for shooting all things transportation, but this London icon has somehow always eluded me, and now was the time to remedy that fact. I soon found out the reason why we had not so easily crossed paths on my various adventures in central London, when planning my afternoon to finally go out and photograph the original Routemaster. It was simply down to the fact that many have been taken out of service. Not surprisingly as they had began life in 1954 and so what you more commonly see on the streets of the city are an evolution of these Iconic originals, hence a good approach in a way to encapsulate ‘evolution’ in London.

Ho già una passione personale per fotografare tutti i mezzi di trasporto, ma questa icona di Londra mi è sempre sfuggita ed era arrivato il momento per rimediare a questo fatto. Presto ho scoperto il motivo per cui le nostre strade non si fossero incrociate così facilmente durante le mie varie avventure nel centro di Londra. Molti sono stati messi fuori servizio. Non sorprende visto che la loro vita è iniziata nel 1954 e quindi quelli che più comunemente vediamo per le strade della città sono un’evoluzione degli originali iconici, un buon punto di partenza per incapsulare l’‘evoluzione’ a Londra.

Di questi tempi corrono solo su percorsi limitati, noti come ‘heritage routes’. Quindi avevo due opzioni a mia disposizione per questo lavoro. Fotografare la Route 9, che va da Kensington High Street a Aldwych, o la Route 15, che va da Trafalgar Square a Tower Hill. Dopo un esame più approfondito e con un po’ di ricerca ho scoperto che entrambi questi Routemaster bus passavano per un punto comune, la rotonda di Aldwych. Una posizione molto centrale visto che è circondata su tutti i lati da noti luoghi turistici. 

Quindi finalmente sapevo dove andare, ho preparato la mia attrezzatura fotografica, ho preso il cappotto e mi sono diretto in città. Quando finalmente sono arrivato alla rotonda di Aldwych non ero sicuro su quale lato prendere l’inquadratura. Ho improvvisato e mi sono fermato su un’isola nel mezzo della rotonda di fronte al famigerato Waldorf Hotel e ho aspettato. Presto mi sono reso conto che queste heritage roots non erano solo servite dai Routemaster bus originali, ma anche dall’ultima versione di Routemasters, localmente conosciuti come ‘Boris buses’, dal nome del precedente sindaco ‘Boris Johnson’ che ha deciso di occupare le strade con questi nuovi modelli super costosi (£ 350.000). La cosa divertente è che quando il nostro nuovo sindaco è stato nominato, ‘Sadiq Khan’, tra le prime cose che ha fatto ha interrotto in silenzio l’acquisto del nuovo stile di bus.

I nuovi Routemaster sono certamente un’evoluzione degli originali e non a caso. La caratteristica più comune da tenere d’occhio quando si cerca di differenziare un Routemaster originale dagli altri della serie è la piattaforma posteriore aperta, progettata per consentire alle persone di salire e scendere facilmente dall’autobus, e questa funzione è stata mantenuta nella versione più recente, ma con una porta.

Ad ogni modo, come vi dicevo, non stavo avendo molta fortuna nel trovare gli autobus originali nel mezzo della rotonda, quando improvvisamente è apparsa una versione dorata dell’autobus, così ho immediatamente iniziato a scattare foto. Avevo sentito dire che c’erano alcune versioni colorate in circolazione oltre a quelle rosse. Alcuni erano verdi, ma erano comunemente usati in mostre e spettacoli, insieme a quelli argento e oro in onore di Sua Maestà per celebrare il Queen’s Jubilee. Quindi ho letteralmente pensato di aver trovato l’oro riuscendo a fotografare questa versione. Tuttavia, dopo un esame più ravvicinato dei miei scatti e con mia grande delusione, questo era un autobus promozionale assunto per una specifica campagna pubblicitaria, quindi non aveva lo stesso appeal.

Dopo una buona ora circa e vedendo solo le versioni evolute del Routemaster, ho deciso che era ora di andare dall’altra parte della rotatoria. Per prima cosa mi sono fermato davanti a Somerset house, ma ho subito capito che da questo punto la vista poteva essere facilmente ostruita, quindi mi sono diretto verso Fleet Street e mi sono fermato davanti al Kings College e ho preparato la mia nuova inquadratura vicino alla fermata dell’autobus numero 15. Così, quando sarebbe finalmente arrivato, sicuramente non avrebbe superato me o il mio obiettivo.

Dopo circa altri 35 minuti vidi per la prima volta l’originale n. 15 che si fermava al semaforo in lontananza. Ho preparato la mia macchina fotografica e, non appena ha iniziato a muoversi verso di me, mi sono sentito come se fossi entrato in una macchina del tempo, con la sua classica griglia anteriore e una bellissima segnaletica. Ho iniziato a fotografare all’infuriata per catturare quanti più scatti possibile di questo veicolo sfuggente.

Più tardi sono stato molto contento di notare che sullo sfondo c’erano altre due versioni del Routemaster, il che significa che ho avuto la fortuna di visualizzare l’evoluzione del Routemaster in un’unica inquadratura.
Quando si è fermato alla fermata dell’autobus, sfortunatamente nessun passeggero è salito o sceso, ma sono riuscito a catturare l’immagine del conducente dell’autobus in piedi sulla piattaforma posteriore. Questa è un’altra caratteristica unica, che attraverso l’evoluzione degli autobus è stata gradualmente eliminata. Il ruolo del conducente era quello di aiutare le persone a salire e scendere dall’autobus, informare i passeggeri su dove e quando scendere alla destinazione desiderata e raccogliere i biglietti o il pedaggio.

Onestamente non vedevo un conducente dai tempi della mia infanzia. Mi ha fatto pensare agli anni della mia gioventù, quando prendevo il bus con mia madre per andare a fare la spesa e insistevo sempre per pagare in modo che potessi prendere io il biglietto dalla loro macchinetta speciale che portavano appesa al collo. Collezionavo i biglietti nel mio diario per tenerli come ricordo degli eventi del giorno, vorrei averli ancora adesso.
Capisco che gli autobus dovessero evolversi, a causa di problemi ambientali e influenze tecnologiche, per funzionare con carburante più efficiente e rendere i viaggi più confortevoli con aggiunte come l’aria condizionata e pezzi più semplici da riparare. Comunque a mio parere niente batte il Routemaster originale, il suo aspetto classico porta questa meravigliosa nostalgia ovunque vada, come ho scoperto con mia sorpresa durante questa giornata. Girovagando per le strade di Londra offrono una breve panoramica degli anni passati e di com’era una volta, soprattutto perché è possibile farci un giro e immergersi davvero nell’esperienza.