Culture

I migliori film basati su storie vere che ti possono ispirare

28.08.2017

Il cinema spesso attinge dalla vita reale, portando sul grande schermo personaggi straordinari o vicende che possono sembrare incredibili, ma che sono ispirati alla realtà. E una pellicola che racconta una un storia vera risulta quasi sempre più emozionate e commuovente! Ecco i migliori film tratti da storie vere, dalla toccante storia del geniale matematico di A Beautiful Mind alle divertenti avventure dell’improbabile coppia di Quasi Amici.

A Beautiful Mind

La vita del geniale matematico e premio Nobel John Forbes Nash Jr ha dato vita ad uno dei biopic più toccanti: A Beautiful Mind, diretto dal regista Ron Howard.
La storia comincia a Princeton, dove un giovane Nash si rivela uno studente brillante ma molto introverso. Dopo aver pubblicato un rivoluzionario saggio sui principi matematici, viene accolto al MIT e contemporaneamente coinvolto dal Dipartimento della Difesa nel periodo più teso della Guerra Fredda tra Usa e Urss. Da questo momento lo scienziato cade in uno stato ossessivo che verrà diagnosticato come schizofrenia paranoide: dovrà imparare a convivere con le sue allucinazioni, distinguendo la realtà dai sintomi della malattia grazie ad un duro e faticoso lavoro su se stesso, per poter tenere a bada la malattia e continuare ad inseguire i suoi sogni.

Quasi Amici

Una trama avvincente che alterna momenti drammatici e commuoventi a scene esilaranti è il punto forte di questo film tratto da una storia vera: quella del tetraplegico Philippe Pozzo di Borgo e del suo domestico Yasmin Abdel Sellou.
Il film comincia con il ricco Philippe, tetraplegico, alla ricerca di un badante. Tra i tanti aspiranti per questo posto di lavoro c’è anche Driss, un ragazzo rozzo e ai trascorsi poco puliti; tuttavia Philippe è incuriosito e decide di assumerlo. Dopo le difficoltà e le incomprensioni iniziali, tra i due nascerà un rapporto di amicizia e di rispetto reciproco.

The Social Network

Chi non conosce il social network più famoso e usato del mondo, quello che ha cambiato il concetto di amico?
The Social Network racconta la nascita di Facebook e le vicende del suo ideatore, Mark Zuckerberg, che grazie alla sua idea divenne il miliardario più giovane di tutti i tempi e un modello da seguire per tutti gli aspiranti startupper. Come molti film basati su storie vere, anche quello diretto da David Fincher è tratto da una biografia, in questo caso quella di Ben Mezrich, che segue il percorso di un giovane Mark, studente brillante ma sfortunato con le ragazze e con un complesso di inferiorità rispetto ai ragazzi più atletici. La controversa invenzione di Facebook – è stata infatti oggetto di una lunga battaglia per la sua paternità – potrebbe essere il suo riscatto, ma Zuckerberg rimane una persona estremamente sola, arrogante e spinta al successo da un sentimento di vendetta verso quelli che percepisce come nemici.

Selma – La strada per la libertà

Un’altra vita straordinaria ispira il film biografico Selma – La strada per la libertà. Stiamo ovviamente parlando di Martin Luther King e, in particolare, delle marce da lui organizzate da Selma a Montgomery per protestare in maniera pacifica contro gli impedimenti che venivano opposti agli afroamericani che volevano esercitare il proprio diritto di voto negli Stati del sud degli Stati Uniti. I pestaggi a cui vengono sottoposti i neri durante la loro marcia pacifica commuovono e indignano gli Stati Uniti, e questo contribuisce alla decisione del presidente di accettare le richieste di King.

Coco avant Chanel – L'amore prima del mito

A Coco Chanel va invece riconosciuto il merito di aver “liberato” le donne grazie alle sue creazioni innovative, che invitano a spogliarsi dai condizionamenti culturali e a raccontarsi anche attraverso ciò che si indossa.
In questo film basato su una storia vera, l’attrice Audreu Tautou interpreta in maniera intensa questa stilista che imparò a cucire e a ricamare in orfanotrofio, tracciando la storia che la porta dalla povertà alla creazione della sua maison di alta moda, senza però tralasciare l’aspetto più umano e la grande storia d’amore di Coco.

The Wolf of Wall street, 2013

La storia vera di Jordan Belfort, broker di New York: da essere un pivellino fino a diventare uno dei più potenti manipolatori di Wall Street. Diretto da Martin Scorsese, questa è una delle migliori performance di Lenoardi DiCaprio che nel 2013 fece molto parlare la critica, avendo ricevuto 5 Oscar nomination.

Big Eyes, 2015

Un’altra delle creazioni di Tim Burton, con l’unica eccezione che questa volta non ha potuto completamente scatenarsi con la fantasia dato che Big Eyes è tratto da una storia vera, quella della pittrice Margaret Kean e marito Walter Keane negli anni ’60. I loro quadri sono famosi in tutto il mondo per un tratto molto riconoscibile, gli occhi molto grandi dei bambini ritratti. Una storia di abuso e segreti, tanto che Walter aveva sempre affermato che i quadri fossero opera sua.

La Gande Scommessa, 2015

Non solo questo film è tratto da una storia vera, la crisi finanziaria in America tra il 2006 e il 2008, ma analizza proprio le dinamiche specifiche che l’hanno causata: Christian Bale, Ryan Gosling e Brad Bitt si trovano a parlare di grossi numeri e di finanza per spiegarci come la ‘bolla immobiliare’ abbia messo in moto uno degli eventi più catastrofici dell’economia americana e mondiale.

L'Ultimo Gangster, 2015

Jimmy Burger è una delle tante incarnazioni di Johnny Depp, un gangster che terrorizza le strade di Boston negli anni tra i ’70 e ’90. Diretto da Scott Cooper, è la storia di come uno dei più violenti gangster mai visti in città riesca a scamparla grazie alla sua collaborazione con l’FBI nel tentativo di sconfiggere la mafia italiana.

Il Caso Spotlight, 2016

Spotlight è il nome vero della squadra di giornalisti del Boston Globe che ha condotto un’indagine sul tentativo della Chiesa Cattolica di insabbiare il caso di 70 preti cattolici coinvolti nello scandalo di abuso sessuale sui bambini. Con Mark Ruffalo, diretto da Tom McCarthy, il film ha scatenato la critica da parte della Chiesa in merito ad una possibile falsa rappresentazione di come gestisca questi casi. E’ un film tratto da fatti reali che ha scatenato forte polemica e ha alzato i riflettori su una tematica ancora attuale.

The Danish Girl, 2015

Tratto dal romanzo di David Ebershoff ‘The Danish Girl’, questa film biografico drammatico tratta della storia delle pittrici Lili Elbe e Gerda Wegener. Lili Elbe è una delle prime persone ad essere state mai identificate con il termine ‘transessuale’ e ad essersi sottoposta al cambiamento di sesso. Diretto da Tom Hooper, il film è stato presentato al 72esimo festival Internazionale del cinema di Venezia.

Frida Kahlo, 2002

Selma Hayek veste i look iconici di Frida Kahlo, una delle artiste più famose e controverse che il Messico abbia mai ospitato: dall’incidente a bordo di un autobus che la lascia con delle ferite che l’affliggeranno per il resto della sua vita, ai suoi due matrimoni ad alto profilo, la società ambigua in cui vive, quella del Messico degli anni ’20, tra il mondo lesbo e i club ad alto volume. Diretto da Julie Taymor, questo film ispirato alla storia di Frida Kahlo è una delle rappresentazioni della nota artista messicana più apprezzate di sempre.

Argo, 2012

E’ la storia di Canadian Caper, l’operazione segreta portata avanti dalle forze congiunte degli Stati Uniti e del Canada per liberare sei ostaggi americano che trovano rifugio all’Ambasciata canadese a Teheran dopo la rivoluzione in Iran del 1979. Tratta dal libro Master of Disguise: My Secret Life in the CIA scritto dall’ex agente della CIA Tony Mendez, è una rappresentazione dettagliata che ha ricevuto tre Academy awards e che fa di Argo uno dei migliori film tratti da una storia vera.

Erin Brockovich - Forte come la verità, 2000

In questo film ispirato a una storia vera, Julia Roberts è una mamma single disoccupata che si ritrova a lottare contro una grande compagnia elettrica, la Pacific Gas and Electric Company (PG&E) nello scandalo relativo al cromo esavalente, una sostanza cancerogena che è presente nella falda acquifera di Hinkley: scopre talmente tanti casi di residenti che si ammalano che il caso diventa un ‘class act’. Diretto da Steve Soderbergh, il film è stato un grande successo.