Siptown

Margarita – Guadalajara

28.08.2017

Yepa yepa! Andale andale! Arriba arriba!
Speedy Gonzales, il topolino più veloce del Messico, era probabilmente un grande amante
del Margarita. E dell’agave tequilana. Le sue scorribande, compiute a velocità doppia del consentito, dovevano per forza nascondere un segreto. E noi siamo convinti che questo “ingrediente segreto”, che regalava velocità impossibili a questo simpatico topolino messicano, fosse celato in una pianta. L’agave tequilana, per l’appunto, detta anche “agave blu”, pianta che è una delle prime risorse economiche, se non LA prima, dello stato di Jalisco, la cui capitale è Guadalajara, non a caso città natale di quello Speedy Gonzales dal sombrero giallo. Dall’agave blu si ottiene la Tequila, alcolico distillato messicano, bevuto in tutto il mondo. E la Tequila è l’ingrediente base del cocktail messicano per eccellenza: il Margarita, un cocktail che sa di Messico & Nuvole, di Pancho Villa & Revolucion, di cavalli & pistole, di deserti & cactus, di sale & lime.
Il Margarita, una volta pronto, viene servito nella classica coppetta chiamata sombrero.
Così che tutto sembra magicamente tornare, anche in chiave Gonzales.
E non è ancora finita.
Il primo episodio di Speedy Gonzales è datato 1953, e si intitolava “Cat-Tails for Two”;
il Margarita è il drink messicano più famoso, e dà vita, molto spesso, a episodi romantici intitolati “Cock-Tails for Two”.
Adesso sì, che tutto torna.
Adiòs, Amigos!
Y salud!

Ingredienti Margarita

  • 3 parti di tequila
  • 1 parte di triple sec
  • Succo di mezzo limone o lime, appena spremuto