Travel

Le mostre d’arte di Londra da non perdere quest’estate

10.07.2017

Ci sono tanti, tantissimi buoni motivi per visitare Londra immergendosi nella sua atmosfera cosmopolita, a tratti caotica ma assolutamente unica. Tra questi non manca di certo la cultura: i musei e le gallerie della città sono moltissimi e famosi in tutto il mondo per l’altissima qualità delle mostre che ospitano. Vediamo quindi quali sono le mostre d’arte di Londra da non perdere quest’estate: pronti a prendere appunti?

Alberto Giacometti


Fino al 10 settembre 2017 alla Tate Modern
La retrospettiva dedicata ad uno degli artisti più importanti del XX secolo ripercorre tutta la carriera di Giacometti, dalle origini fino alla fine, grazie ad oltre 250 opere provenienti da musei pubblici e privati, ma in particolar modo dalla Fondation Alberto e Annette Giacometti di Parigi.
Le figure esili di Alberto Giacometti sono tra le più riconoscibili dell’arte moderna, ma la mostra della Tate Modern non celebra solo il Giacometti scultore, ma espone anche dipinti, installazioni e disegni, dando un’immagine dell’artista più completa e inusuale.

Sargent: The Watercolors

Fino all’8 ottobre 2017 alla Dulwich Picture Gallery
Tra le mostre d’arte d’arte di Londra da non perdere nell’estate 2017 c’è anche quella di John Singer Sargent (1856 – 1925), un pittore anglo americano considerato uno dei più significativi ritrattisti della sua epoca. Le sue opere fanno scorrere davanti ai nostri occhi l’alta società europea e le maggiori personalità di quel periodo, rappresentati con uno stile moderno e brillante che fa trasparire l’atmosfera spensierata di quella società. A partire dal 1901 l’artista si dedicò in misura sempre maggiore all’acquarello e a soggetti come paesaggi alpini, parchi, statue e fontane, dipinti con grande cura per i dettagli.

Fahrelnissa Zeid

Dal 13 giugno all’8 ottobre 2017 alla Tate Modern
La Tate Modern ospita anche la prima retrospettiva del Regno Unito dedicata a Fahrelnissa Zeid, pittrice del XX secolo di fama internazionale. I dipinti, i disegni e le sculture raccolti alla Tate Modern raccontano un percorso artistico lungo 40 anni, dai primi lavori espressionisti alle vivaci opere astratte, fino alle opere figurative dell’ultimo parte della sua vita, passando anche dalla sperimentazione della pittura su ossa di pollo e tacchino, poi fuse su pannelli per evocare delle vetrate colorate. La mostra è accompagnata da un programma di incontri che si terranno nelle sale del museo.

Grayson Perry: The Most Popular Art Exhibition Ever!

Fino al 10 settembre 2017 alla Serpentine Gallery
Per l’estate 2017 la Serpentine Gallery ha puntato sul famoso artista britannico Grayson Perry, noto come ceramista e disegnatore e per la sua personalità eccentrica, che si esprime ad esempio nei suoi fantasiosi crossdressing: spesso infatti si presenta al pubblico vestito da donna.
Disegni controversi e colori vistosi caratterizzano le sue ceramiche, per le quali è stato anche premiato con il Turner Prize nel 2013, ma l’artista non si limita a questo e lavora con una grande varietà di materiale, tradizionale o meno.

Royal Gift, la mostra estiva di Buckingham Palace

Da luglio a ottobre 2017
Se siete a Londra quest’estate non potete non visitare questa mostra, che espone i doni ricevuti dalla regina Elisabetta in 65 anni di regno; potrete inoltre cogliere l’occasione per esplorare gli Appartamenti di Stato. Tra i 250 oggetti provenienti da 100 Paesi ce ne sono alcuni davvero originali, come il trono Yoruba decorato con milioni di perline proveniente dalla Nigeria, una borsa di sale proveniente da Salt Island oppure un cartello personalizzato della metropolitana londinese, che la stessa regina definì “un regalo fantastico”.

Balenciaga: Shaping Fashion

Dal 27 maggio 2017 al 18 febbraio 2018 presso il Victoria and Albert Museum
Tra le mostre d’arte di Londra dell’estate 2017 c’è anche quella dedicata ad uno degli stilisti più famosi e innovativi del XX secolo: Cristobal Balenciaga. Al Victoria and Albert Museum sono esposti oltre 100 pezzi di Balenciaga creati tra il 1950 e il 1960, probabilmente il decennio più creativo della sua carriera. Tra questi si possono ricordare i capi realizzati per Ava Gardner, abiti e cappelli disegnati per Gloria Guinness e alcuni pezzi indossati dalla donna più ricca del mondo, Mona von Bismark. In mostra ci sono anche schizzi, disegni, fotografie, campioni di tessuto e filmati.

The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains

Fino al 1 ottobre 2017 al Victoria and Albert Museum
A Londra anche la prima retrospettiva sui Pink Floyd, una delle band britanniche più rappresentative del mondo, che celebra i 50 anni di storia del gruppo. Gli oltre 350 oggetti esposti ripercorrono la storia del gruppo dagli anni Sessanta ad oggi attraverso strumenti musicali, manoscritti, disegni originali e tanto altro ancora, materiale in parte inedito e recuperato da magazzini e collezioni personali.