Masters

Francesco Tristano: Classico & Elettronico

21.06.2017

Suonare il piano in maniera unica. Amare la musica classica. Desiderare di essere un batterista. Essere convinto che il jazz sia una gabbia. Ballare la musica techno.

Avere voglia di sperimentare. Questi alcuni dei tratti caratteristici del giovane Tristano

Abbattere muri. Oltrepassare confini. Indicare nuove strade.
Queste sono alcune delle caratteristiche che dovrebbero caratterizzare i bravi maestri.
Qualsiasi siano i loro raggi e campi d’azione.
Contaminare. Miscelare. Elevare.
Queste sarebbero azioni che ci si aspetterebbe dai buoni maestri.
Di qualsiasi arte o materia.
Francesco Tristano è sicuramente un maestro.
36 anni, pianista, compositore. Spazia dalla musica classica alla musica elettronica con complessa semplicità, sposando sacro&profano in un continuo ping-pong musicale.
Musica alta. Musica còlta. Musica contemporanea. Musica popolare.
Music is Music.
Francesco Tristano è un’anima sensibile, un bipolare suonatore di piano, un doctorjekyll &misterhyde della musica contemporanea.
Di giorno, allena le sue dita a replicare Bach.
La notte, allena i suoi ritmi vitali grazie alla techno danzante dei club che frequenta.
Mente e Corpo, uniti, elevati all’ennesima potenza, regalano dischi come Not For Piano (2007), Idiosinkrasia (2010), Bach Cage (2011), Surface Tension (2016).
Le sue capacità tecniche, la sua conoscenza musicale, e la sua visione a 360° dell’universo musicale, non sono passati inosservati “nell’ambiente”.

Ecco così che il giovane Tristano si è trovato a collaborare con alcuni mostro sacri dell’elettronica, condividendo con loro suoni, ritmi, groove, improvvisazione. Sia in sala di registrazione che dal vivo. Due nomi su tutti: Derrick May e Carl Craig.
Assorbire fra le mura di casa, a 6 anni, J.S. Bach; capire, suonandolo, che anche il jazz di Keith Jarret e Chick Corea era rinchiuso in una gabbia; trovare una nuova forma di espressione musicale, ballando la techno: questo è Francesco Tristano.
Un mediatore, in fondo, fra due mondi: musica classica e musica elettronica.
Per questo, un maestro.
In continua espansione.