Back & Forth

Althea Gibson & Serena Williams

04.09.2017

Partire da Althea Gibson per arrivare a Venus e Serena Williams, parlando non solo di tennis, ma di Harlem negli anni ’30, del tennis afroamericano al femminile, delle 2 sorelle più famose del tennis mondiale, dell’essere campionesse e numero 1, dell’essere campionesse e mamme.

Althea Gibson

Venus Williams ha dichiarato: “Le possibilità che ho oggi le devo a persone come Althea.
Per questo cerco di seguire la strada che ha tracciato e di ripetere i suoi passi.”
Sua sorella Serena, ha ribadito il concetto: “Althea è stata un esempio. Ogni volta che metto piede in campo lo faccio per me e per tutti i bimbi afroamericani che hanno un sogno ma non i mezzi per realizzarlo.” Le due sorelle più famose del tennis femminile omaggiano dunque Althea. Chi era costei? Althea Gibson nasce nel 1927, crescendo nel quartiere di Harlem, dove la sua famiglia vive. È un periodo storico che vede ancora autobus con settore riservato ai neri, che prevede le classi delle scuole divise per colore di pelle, che vieta l’ingresso agli afroamericani in parecchi negozi. Non è una vita facile, quella di Althea. Ma lei non si arrende. Le regalano una racchetta. Tutto ha inizio. E le barriere crollano. È così che nel 1946 Althea Gibson raggiunge la sua prima finale A.T.A. (American Tennis Association). Da qui in poi, è un susseguirsi di successi. Open di Francia. US Open. Wimbledon. Fino a diventare la numero 1 del ranking mondiale, nel 1957 e nel 1958. Rimane l’unica tennista afroamericana a essere stata numero 1 al mondo, prima dell’arrivo di Venus Williams, circa 50 anni dopo. Qui il cerchio si chiude, e riparte di slancio. Con Venus e Serena.

Serena Williams

All’inizio sembrava essere la meno adatta delle 2 sorelle Williams per il gioco del tennis. Rispetto a Venus pareva meno portata per i continui scatti e i veloci cambi di direzione.
E i risultati ottenuti dalle sorelle, in principio, sembravano confermare quanto previsto.
Venus sull’altare. Serena ad arrancare. Nessuno aveva fatto però i conti con il carattere e la forza mentale della sorellina Williams. La quale, in silenzio, progettava la rivincita, la rivoluzione. E così fu. Serena si divorò Venus, sul campo e fuori. E divenne la regina, la star,
la campionessa, the Queen: la numero 1. Facendo stragi di rivali. Dominando, in lungo e in largo. Con un tennis mai visto prima. Il meraviglioso sorriso di Serena, sereno e contagioso al contempo, si impadronì ben presto delle copertine delle riviste di tutto il mondo. Aggressiva, mai doma, un dritto potentissimo, un rovescio bimane, un servizio che non fa sconti: Serena Williams.
A Gennaio 2017 scopre di essere incinta.
Stoppa tutto.
Cambia tutto.
Sogna tutto.
Adesso, finalmente mamma, ha un erede per il suo trono.
Gioco. Partita. Incontro.