© Carlo e Camilla in Segheria
Travel

7 ristoranti di design di Milano di cui innamorarsi

04.08.2017

Milano è una delle città più trendy e di design d’Italia e anche i locali e i ristoranti che propone spesso riflettono a pieno questo suo grande spirito innovativo. Il panorama gastronomico che potete apprezzare nel capoluogo lombardo è diversificato e vivace, con delle vere e proprie chicche gourmet in location meravigliose. Ecco 7 ristoranti di design di Milano di cui innamorarsi che vi faranno venire voglia di tornarci e ritornarci e ritornarci ancora una volta.

Un post condiviso da LUME Milano (@lumemilano) in data:

LUME

Il ristorante LUME vanta una location davvero unica, all’interno degli spazi della ex fabbrica di porcellane Richard Ginori a Milano. Si tratta di un luminosissimo ristorante dello chef stellato Luigi Taglienti progettato dell’architetto Monica Melotti, chief design officer di MB America. L’arredamento è sui toni del bianco ed è estremamente raffinato, proprio come la cucina che lo chef propone.

LUME, Via G. Watt 37, 20143, Milano

Terrazza Triennale - Osteria con vista

Se cercate una vista mozzafiato sulla città, la Terrazza Triennale – Osteria con vista è il ristorante che fa per voi. Progettato dallo studio di architettura OBR, questo locale si trova sulla terrazza panoramica del Palazzo dell’Arte Triennale ed è costituito da una serra con vetrate trasparenti affacciata sul Parco Sempione, sul Castello Sforzesco e sullo skyline di Milano. L’arredo è minimalista e moderno, quasi scarno, per permettere di godere della vista a 360° della città. Ai fornelli troviamo Stefano Cerveni, chef del Due Colombe in Franciacorta, che propone una cucina curata e di qualità.

Terrazza Triennale, viale Emilio Alemagna 6, 20121 Milano

Un post condiviso da Manu Lolato (@manulolato_arq) in data:

Un post condiviso da Pisacco (@pisacco_milano) in data:

Pisacco

Arredi di tendenza nel cuore di Brera, uno dei quartieri più belli di Milano, per il ristorante Pisacco. Si tratta di un bistrot contemporaneo creato da un gruppo di professionisti, tra cui manager, collezionisti d’arte, architetti, avvocati e lo chef stellato Andrea Berton, uniti dalla grande passione per una cucina moderna ed essenziale che trova la sua espressione nella rivisitazione della tradizione italiana. L’atmosfera del locale è informale ma anche molto sofisticata, con interni moderni e articolati su due piani.

Pisacco, via Solferino 48, 20121 Milano

Fillippo La Mantia - Oste e Cuoco

Il Filippo La Mantia – Oste e Cuoco, con i suoi 1800 metri quadrati, è considerato il tempio della cucina siciliana. L’arredo è firmato da Piero Lissoni, autore di molti mobili e complementi d’arredo per i maggiori brand di design, come Cassina, Boffi, Alessi, Floss e Kartell, che conferiscono a tutto il locale un grande stile contemporaneo. Il ristorante Filippo La Mantia – Oste e Cuoco è bar diurno e notturno con pasticceria, ma è anche ristorante con area relax e musica diffusa. Lo chef Filippo la Mantia è un siciliano doc e propone ricette d’autore della tradizione, street food e pasticceria partendo da materie prime siciliane.

Fillippo La Mantia – Oste e Cuoco, piazza Risorgimento (angolo via Poerio, 2/a), 20129 Milano

Un post condiviso da Filippo La Mantia (@filippocuoco) in data:

Un post condiviso da Monica M. (@monicamtt) in data:

Carlo e Camilla in Segheria

Da non perdere è Carlo e Camilla in Segheria, ristorante nato dal sodalizio tra lo chef stellato Carlo Cracco, l’art director Tanja Solci e il ristoratore Nicola Fanti. Il fascino della location è davvero speciale poiché il ristorante è ospitato negli spazi di una storica segheria milanese, di cui sono stati conservati tutti gli elementi caratteristici originali: muri, pavimenti e alcuni degli strumenti di lavoro che rendono l’ambiente estremamente particolare. I tavoli non sono per nulla convenzionali, visto che l’allestimento prevede due lunghi tavoli in legno che si intersecano tra loro e che ospitano fino a 65 persone. Nell’arredo troviamo anche alcuni pezzi di design firmati Cappellini e Richard Ginori. In cucina c’è lo chef Luca Pedata, mentre nella preparazione dei cocktail c’è l’estro creativo di Filippo Sisti.

Carlo e Camilla in Segheria, via Giuseppe Meda 24, 20141, Milano

D’O - CucinaPop

Progettato da Piero Lissoni, il nuovo ristorante D’O dello chef stellato Davide Oldani è alle porte di Milano e fa sentire i suoi ospiti a casa. Tavoli e sedie sono in legno, dalle forme essenziali, con arredi ergonomici e pezzi ideati dallo stesso Oldani. Il locale si sviluppa su due piani, ospita quarantotto coperti e la meravigliosa cucina a vista in acciaio dove lo chef e i suoi collaboratori preparano raffinati piatti della sua celebre cucina pop contribuisce al fascino di questo ristorante.

D’O, piazza della Chiesa, San Pietro all’Olmo di Cornaredo (MI)

Un post condiviso da Ilaria Garanzini (@ilariagaranzini) in data: