Wellbeing

7 motivi per cui correre fa bene alla salute

29.08.2017

La corsa è probabilmente lo sport più praticato a livello amatoriale del mondo e il motivo è semplice: a fronte di una spesa molto bassa – basta avere un paio di buone scarpe da corsa e un po’ di tempo libero – offre tantissimi benefici sia a livello fisico che mentale. E se non bastasse il parere dei milioni di persone che praticano regolarmente questa attività, tra cui ci sono persone comuni ma anche star come Madonna e Cameron Diaz, decine e decine di studi scientifici certificano i molteplici motivi per cui correre fa bene alla salute. Vediamo quindi i principali motivi per cui la corsa fa bene alla salute fisica e mentale!

Correre per mantenersi in forma

Il principale motivo per cui si comincia a correre, di solito, è quello di mantenersi in forma e magari smaltire qualche chilo in eccesso. Per ottenere questo risultato non è necessario arrivare a performances agonistiche: anche un’andatura moderata aiuta a bruciare il grasso in eccesso e ad evitare che si accumuli di nuovo. Non è solo una questione estetica: il grasso in eccesso predispone ad una serie di patologie che possono diventare anche gravi!
Perché correre fa dimagrire? Usando un termine tecnico, il processo che favorisce il dimagrimento tramite la corsa si chiama lipolisi: nel corpo umano il grasso si accumula grazie all’azione degli adipociti, cioè delle cellule addette proprio al compito di costituire depositi di grassi. Durante la corsa queste cellule vengono indotte a rilasciare il grasso per poter ottenere l’energia necessaria alla corsa: è in questo modo che il grasso corporeo diminuisce!

Correre fa bene alla mente e libera dallo stress

Che tra i benefici della corsa ci sia anche quello di liberarci dallo stress non solo è noto, ma anche scientificamente provato. Mentre si corre, infatti, il corpo produce endorfine, che stimolano il buonumore, allontanano l’ansia e ci danno una forte sensazione di benessere generale. Non solo: correre aiuta a riposare meglio e a combattere l’insonnia. La responsabile questa volta è la serotonina, una sostanza che viene prodotta in quantità durante la corsa e che tra le altre cose influenza il ritmo sonno-veglia.
Buone notizie anche per le persone ansiose: secondo una ricerca bastano 30 minuti di esercizio aerobico al giorno per ottenere un risultato paragonabile a quello di un ansiolitico, con in più un’azione benefica anche a livello muscolare che, come le persone che soffrono di ansia sanno bene, è un problema comune tra chi ha questo genere di disturbi. Il segreto sta nel non esagerare con l’intensità dello sforzo e mantenere la frequenza cardiaca al di sotto dei 100 battiti al minuto.

I benefici della corsa sulla salute del cuore

Uno dei principali benefici della corsa sul corpo riguarda la sua efficacia nella prevenzione e nella cura di molte malattie cardiovascolari. Correre, infatti, fa bene al cuore e a tutto l’apparato cardiocircolatorio grazie al suo effetto positivo sulla pressione arteriosa e sull’efficienza cardiaca. Questi effetti positivi, però, non si limitano al momento dell’attività fisica, ma vengono mantenuti anche in seguito e hanno una ricaduta positiva nello svolgimento di qualsiasi mansione quotidiana.
Tra i maggiori effetti benefici della corsa sulla salute del cuore c’è proprio la sua influenza benefica sull’ipertensione: lo sforzo che questa attività fisica comporta, infatti, fa sì che nell’organismo vengano messe in circolo delle sostanze a funzione vasodilatatrice, che continuano ad agire anche quando abbiamo smesso di correre. La corsa, quindi, fa bene anche alle persone ipertese, che però, prima di allacciarsi le scarpe da running e cominciare ad allenarsi, dovranno chiedere un consulto al proprio medico e mettere in pratica alcune accortezze, come ad esempio quella di mantenere un ritmo di corsa piuttosto blando, evitando sforzi intensi.

Correre aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo”

Uno dei nemici del cuore, si sa, è il colesterolo LDL, il cosiddetto “colesterolo cattivo”, che tende ad ostruire i vasi sanguigni provocando seri problemi. Un’alimentazione corretta è fondamentale per prevenire e limitare questo disturbo, ma una attività fisica, anche leggera ma costante nel tempo, contribuisce ad abbassare il livello dei trigliceridi e ad aumentare quelli di colesterolo HDL, il “colesterolo buono” che contribuisce a mantenere in salute i vasi sanguigni, anche del 14-15 per cento. Si può quindi dire che correre aiuta a prevenire e a tenere sotto controllo disturbi come ipercolesterolemia e arteriosclerosi.

Ossa forti e articolazioni efficienti grazie alla corsa

Tra i motivi per cui correre fa bene ce n’è anche uno che riguarda la salute di ossa e articolazioni. Correre in maniera regolare, infatti, favorisce la mineralizzazione del tessuto osseo, che si traduce in ossa più forti e sane e in una minore perdita ossea dovuta all’età.
E’ noto, infatti, che con il passare degli anni la massa ossea tende a diminuire e che questo accada i maniera più consistente nelle persone più sedentarie. L’esercizio fisico è quindi il segreto per combattere questi problemi! La corsa, in particolare, stimola l’attività degli osteoblasti, cioè delle cellule dedicate alla formazione del tessuto osseo: ciò vuol dire una maggiore densità ossea e, di conseguenza, un minore rischio di osteoporosi.
Anche le articolazioni beneficiano di questo tipo di attività, a patto di correre in modo corretto e indossando scarpe adatte.

Il running come alleato per la vista

Sapevate che correre fa bene anche alla vista? Eh sì, tra gli effetti benefici della corsa c’è anche questo! Secondo molti ricercatori, tra cui quelli della Emory University di Atlanta, negli Stati Uniti, una buona forma fisica e occhi sani sono strettamente correlati. Correre tutti i giorni per almeno un’ora costituirebbe un rimedio naturale per prevenire e limitare alcuni disturbi della vista, tra cui ad esempio la maculopatia, una patologia degenerativa che riguarda gli occhi frequente soprattutto tra le persone più anziane. Tale malattia, infatti, potrebbe essere rallentata grazie ad un piano di attività fisica studiato ad hoc, ovviamente integrato con terapie adeguate e una corretta alimentazione.

La corsa aiuta a prevenire i tumori

Sembra che correre in maniera regolare diminuisca i rischi di sviluppare tumori: a dirlo sono numerosi studi scientifici pubblicati sulla rivista Journal of Nutrition. Secondo i ricercatori, l’attività fisica aiuterebbe a ridurre fattori di rischio come obesità e livelli di insulina e ormoni nel sangue, oltre a rendere l’organismo più reattivo contro la patologia.

Corsa e jogging influiscono in maniera positiva sul diabete

Non solo sui grassi in eccesso e sul colesterolo, correre ha effetti benefici anche su persone che soffrono di diabete! Sembra ormai dimostrato, infatti, che corsa e jogging aiutino a tenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue grazie a regolari sessioni di corsa e camminata affiancate ad una alimentazione sana e bilanciata. Questo avviene perché durante l’allenamento i muscoli bruciano una maggiore quantità degli zuccheri presenti nel sangue: i risultati, in molti casi esaminati durante le sperimentazioni, sono stati così positivi che le persone diabetiche coinvolte hanno potuto ricalibrare o addirittura sospendere la terapia. E’ inutile dire, ovviamente, che il fai da te è assolutamente da evitare!

Quando correre fa male…


Dopo aver visto molti degli incredibili effetti benefici di questo sport, può risultare difficile credere che la corsa possa avere delle controindicazioni. Quando correre fa male? Un approccio graduale e possibilmente con il parere di un medico e le indicazioni di n esperto sono quasi d’obbligo per chi soffre di problemi come obesità, diabete, ipertensione, patologie alla schiena e alle articolazioni. 
In genere si ritiene che jogging e corsa facciano male alle ginocchia a causa delle continue sollecitazioni a cui sono sottoposte, e ci sono fior di esperti pronti a  sostenerlo. E’ però recente il contrordine: uno studio condotto dal Lawrence Berkeley National Laboratory sostiene infatti che nessuna prova dimostra che la corsa provochi l’osteoartrite. Sarà vero?
Per quanto riguarda, invece, il rapporto tra corsa e cellulite, le notizie non sono altrettanto buone. In linea di massima la corsa non attenua questo inestetismo e c’è addirittura chi dice che la corsa faccia male, sotto questo aspetto: l’acido lattico, sostengono, avrebbe effetti negativi sulla circolazione e sull’ossigenazione dei tessuti.